Vitello tonnato

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin
Uno dei piatti tipici della cucina piemontese è il vitello tonnato, conosciuto anche come vitell tonnè, e non può assolutamente mancare sulla tavola ad ogni pranzo che si rispetti.
Vitello tonnato

Uno dei piatti tipici della cucina piemontese è il vitello tonnato, conosciuto anche come vitell tonnè, e non può assolutamente mancare sulla tavola ad ogni pranzo che si rispetti.

Questo piatto può essere servito come antipasto o come secondo. Preparare questa ricetta non è molto complicato, bisogna avere solo pazienza perché la carne deve essere servita fredda e con sopra la classica salsa tonnata.

L’origine di questo piatto sembra risalire al XVIII secolo anche se alcune tracce di questa ricetta si hanno dal seicento quando nella zona del cuneese era già consuetudine condire la carne con dei sapori forti, utilizzando ad esempio le acciughe.

Sembra che però nelle prime testimonianze dell’epoca non ci fosse la presenza del tonno, forse perché non era presente come ingrediente ma bensì come termine per indicare la modalità di condimento tanné ossia “pasticcio”.

Il tonno compare ufficialmente nell’ottocento, quando Pellegrino Artusi, lo inserì nel suo trattato di cucina, infatti nella ricetta n.363 de ” La Scienza in cucina e l’Arte di Mangiar Bene” si trova:

Pestate 100 grammi di tonno sott’olio e due acciughe

è da quell’epoca che poi la ricetta si diffuse in tutta Italia.

La ricetta con la maionese invece sembra che si sia diffusa negli anni ottanta quando era diventata abitudine inserirla come condimento un po’ ovunque sulla carne.

admin

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *